Ecobonus e Superecobonus

In questi giorni l’argomento che suscita maggiori informazioni da parte dei clienti è come usufruire del superecobonus, con questo breve articolo vogliamo fare un po di chiarezza.

Ecobonus (50%)

Gli incentivi riguardarti l’ecobonus per il risparmio energetico rimangono in vigore con le stesse regole, ovvero detrazione del 50% in 10 anni applicabile alla sostituzione di serramenti, schermature solari etc. Si applica  a qualsiasi immobile (prima o seconda casa) riscaldato, alle persone fisiche, ai soggetti Ires, per quanto riguarda i serrementi occorre rispettare i requisiti di trasmittanza termica imposti a seconda della zona climatica.

Superecobonus (110%)

Per accedere al superecobonus è necessario attendere il Decreto definitivo (oggi è in bozza), i Decreti attuativi e le necessarie procedure dell’Agenzia delle Entrate.

La sostituzione di serramenti può rientrare nel Superecobonus se abbinato agli interventi sotto descritti che sono agevolabili al 110%:

  • Coibentazione degli edifici con intervento su almeno il 25% della superficie esterna (Ad es. cappotti) – limite di spesa 60.000 euro per ogni unità immobiliare
  • Intervento di sostituzione degli impianti di riscaldamento/raffrescamento nei condomini – limite di spesa 30.000 euro per ogni unità immobiliare
  • Interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento/raffrescamento degli edifici unifamiliari – limite di spesa 30.000 euro

Il limite di spesa per la sostituzione dei serramenti rimane quello previsto dalla precedente legislazione (96.000 euro), detraibili in 5 anni.

 

Resistenza al vento

Capita sempre più spesso nei periodi estivi che si verifichino degli improvvisi cambiamenti di tempo, con l’arrivo di improvvise e forti folate di vento che spesso raggiunge velocità piuttosto intese anche di 70/80 km orari.
Ecco che le nostre tende o le nostre pergole siano sottoposte ad enormi sollecitazioni da parte del vento, l’effetto vela che si viene a creare su una tela di svariati metri quadri può esercitare una pressione sulla struttura e sulle staffe di ancoraggio pari a centinaia di kg.
Come facciamo a sapere fino a che velocità è tollerata la nostra tenda o pergola?
La risposta è data dalla marcatura CE, divenuta obbligatoria nel 2006, garantisce la resistenza del prodotto a classi di vento diverse usando i metodi di prova previste dalla norma UNI EN 1932.
Eseguire dei test sulla tenda da sole per determinarne la resistenza è un molto importante, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza. Non riguarda solo l’aspetto qualitativo del prodotto che acquisti, la sicurezza è importante, soprattutto in casa tua, in caso di danni fisici e materiali alle persone e/o cose causate da una rottura della tenda, la responsabilità civile e penale è a carico dell’utente finale.
Tutte le nostre tende vengono sottoposte a test di laboratorio prescritti dalle normative europee e ogni schermatura solare ha una propria, specifica resistenza al vento.

Le classi di resistenza al vento possono essere così schematizzate:
CLASSE 1 = velocità del vento 28 km/h – 40N/m – Scala di Beaufort 4 vento moderato – “sollevamento di polvere e carta, rami agitati”
CLASSE 2 = velocità del vento 38 km/h – 70N/m – Scala di Beaufort 5 vento teso – “oscillazione arbusti con foglie, si formano piccole onde nelle acque interne”
CLASSE 3 = velocità del vento 49 km/h – 110N/m -Scala di Beaufort 6 vento fresco – “movimento di grossi rami, difficoltà ad usare l’ombrello”

Leggendo questa classifica viene da pensare che se si acquista una tenda da sole con Classe 3 si possa tenere aperta anche quando tira vento. È sempre consigliabile chiuderla: un colpo di vento forte e improvviso può creare circostanze o situazioni di pericolo.
Se l’idea è quella di lasciare la tenda da sole costantemente aperta e uscire di casa senza pensieri, consigliamo di acquistare una tenda motorizzata con il sensore del vento.

Per sapere se la tenda da sole o pergola ha i requisiti di resistenza al vento, occorre vedere se ha due etichette CE con indicato il nome del costruttore della tenda, il riferimento alla norma UNI EN 13561, il modello, la classe di resistenza al vento e l’anno di costruzione. Un’etichetta deve essere applicata direttamente sul prodotto e l’altra deve trovarsi nel manuale d’uso, con annessa dichiarazione di conformità del produttore.

Focus sui nostri brand: MV Line orgoglio made in Italy!

Da alcuni anni le zanzariere non sono più viste come elementi accessori a protezione dei nostri infissi, ma bensì come elementi primari di notevole importanza. Si tratta di un prodotto versatile che oltre ad offrire una protezione dagli insetti volanti, attraverso l’uso di specifiche reti, creano una barriera in grado di trattenere il polline, un vero toccasana per chi soffre di allergie.

Ed è proprio per soddisfare quante più possibili richieste che abbiamo oltre 20 modelli di zanzariere presenti a campionario, ognuno dei quali disponibile in più di 50 tonalità di colore (chiedete la brochure!).

Maggiori informazioni

“Non esistono più le mezze stagioni!”

“Non esistono più le mezze stagioni!” questo vecchio luogo comune sembra essersi trasformato in una certezza, basti pensare alle previsioni meteo di queste ultime settimane che sembrano confermare questo vecchio detto.

E così ci si ritrova in pieno inverno con giornate soleggiate, dalle temperature miti che fan venire voglia di andare sul balcone e godersi il calore del sole.

Certo ora che le temperature e l’aria sono tutto sommato fresche, il calore è piacevole ma tra qualche mese con l’arrivo dell’estate può diventare un problema. Così ci armiamo di pazienza e cerchiamo su Google, ritrovandoci in una giungla di offerte dalle più accattivanti dei siti di e-commerce e di negozi del fai da te a quelle proposte dai negozi “reali”.

Maggiori informazioni

Installazione zanzariere Torino

Finalmente l’inverno sta finendo e la primavera è alle porte, ma con il suo arrivo compaiono zanzare, mosche, api, vespe e molti altri insetti, per non parlare del nemico numero uno di molti di noi: il polline.

Per tenere a bada questi piccoli invasori ci sono svariati metodi: gli amanti del pollice verde si affidano a piante note per essere dei naturali repellenti, ad esempio basilico, calendula, lavanda, geranio sono perfette per allontanare mosche e zanzare.

Per coloro che non sanno mantenere verde nemmeno una pianta artificiale, in commercio possono trovare zampironi o spray che oltre all’essere nocivi per la nostra salute, spesso si rivelano inefficaci. Ma c’è una soluzione che ci impedisce di trasformare la casa in un vivaio e di non intossicarci con sostanze chimiche, è molto semplice e alla portata di tutte le tasche: si chiama zanzariera. Maggiori informazioni

Installazione tende da sole a Torino

Le tende da sole sono diventate parte integrante delle nostre abitazioni. Esse, infatti, ci consentono di vivere a pieno il balcone, proteggendolo da tutte le avversità climatiche. Negli ultimi anni, grazie anche alle detrazioni fiscali, la domanda di tende a Torino è aumentata considerevolmente, e con essa la gamma di prodotti offerti.

Come scegliere il giusto modello di tende da sole

È importante affidarsi ad un professionista che sappiamo individuare la vostra esigenza.
Le due problematiche più frequenti sono:
• il calore che riceve un balcone esposto a Sud, con il sole che illumina e riscalda la casa tutto il giorno
• un balcone particolarmente esposto a pioggia e freddo dove l’installazione di una veranda comporterebbe l’obbligo di rivolgersi ad un tecnico per espletare le relative pratiche che una veranda richiede.

Maggiori informazioni